martedì 19 aprile 2011

Due dolci in uno: la crostata - pastiera!


Dato che la Pasqua è ormai vicina, voglio dedicare alcuni post alle ricette che si fanno a casa mia in questo periodo dell'anno. Comincio...dalla fine, ovvero dal dolce! Quello che vi propongo qui é un dolce che in realtà preparo tutto l'anno perchè è veramente facile e di una bontà unica! Si tratta di una crostata che all'occorrenza può anche diventare...pastiera, a seconda di come la farcite!
La particolarità della crosta è che si fa senza uova.


Ecco gli ingredienti:
Per la crosta:
360 gr di farina
240 gr di burro 
25 gr di zucchero
1-2 cucchiai di acqua 
scorza grattugiata di limone o di arancia non trattati
Per il ripieno:
3 uova
450 gr di ricotta
1 vasetto di yogurt intero naturale
250 gr di zucchero
20 gr di farina
scorza grattugiata di limone o di arancia non trattata

Impastate   tutti gli ingredienti per la crosta. Io li metto in una ciotola (il burro dev'essere ben ammorbidito e tagliato a pezzetti) e li lavoro prima con un cucchiaio, poi mi aiuto con le mani. Formate una palla e mettetela in frigo, il tempo di preparare il ripieno. In un'altra ciotola mettete la ricotta e frullatela con lo zucchero. Poi aggiungete man mano gli altri ingredienti. Riprendete la pasta dal frigorifero e stendetela con un matterello(se vi risultasse difficile stenderla potete sempre farlo con le dita direttamente nella teglia). Foderate una teglia con questa sfoglia lasciando i bordi molto alti. Versare il composto di ricotta sulla sfoglia, facendo attenzione a non farla fuoriuscire dai bordi della crosta. Mettere in forno già caldo per 45-50 minuti a 180 gradi a cottura tradizionale (no ventilato). 
Varianti: 
Questo dolce è buono già così com'è, ma se volete provare delle varianti potete aggiungere dei pezzetti di cioccolato fondente (diventa così un'ottima pastiera da preparare per le gite fuori porta del Lunedi di Pasqua) oppure potete unire alla ricotta una pera sbucciata e tagliata a pezzetti. Altrimenti potete anche ricoprirlo, a cottura ultimata e dopo averlo fatto raffreddare, con frutti di bosco addolciti con qualche cucchiaio di zucchero.

2 commenti:

  1. grazie mille, cara Lucia! la proverò di sicuro alleggerita!
    bacioni Estherita

    RispondiElimina